PENSIERO ALLA CITTA’… al tempo del covid-19!

PENSIERO ALLA CITTA’… al tempo del covid-19!

Mercoledi 26 agosto la città di Melzo ha ricordato il martire Alessandro che prima di essere decapitato a Bergamo, passò proprio dalle nostre terre. A lui è dedicata la Collegiata Prepositurale di Melzo e la nostra Città lo venera come suo Patrono.
Per questa ricorrenza in tempo di pandemia l’Amministrazione civica e la Comunità cristiana hanno pensato di celebrare questa ricorrenza nella piazza principale della nostra Città, quale segno di incoraggiamento e di speranza, di unità e di condivisione.

Domenica 7 giugno – SS. Trinità

S.Messa al Cimitero per tutti i defunti dell’emergenza covid-19 In questa festa che intende “riassumere” (se mai sia possibile!) l’opera di Dio nei nostri confronti, riascoltiamo le parole dette a Mosè, quasi come la prima rivelazione che Dio ha fatto di sé all’uomo attraverso l’evento dell’Esodo, cioè della Pasqua ebraica. Anzitutto Dio si presenta come …

Lectio – VI domenica di Pasqua

Lo Spirito Santo, cioè la presenza di Gesù-Risorto IN NOI e PER SEMPRE: è Lui che dobbiamo “imparare”, ricordare, custodire. Queste cose vengono espresse dall’evangelista mettendole sulla bocca di Gesù durante l’ultima cena, ma in realtà sono la “spiegazione” a posteriori di chi sia realmente Gesù e di cosa significhi la sua morte e risurrezione.

Lectio – V domenica di Pasqua

Attraverso questa parte del discorso dell’ultima cena, l’evangelista tenta di spiegarci il fine, l’obiettivo (ma che è anche il contenuto) della Risurrezione: amare Gesù, conoscerlo per quello che è, condividerne la vita e divenire sua dimora!… Scusate se è poco!!

Lectio III domenica di Pasqua

In queste domeniche DI Pasqua la liturgia ci invita ad approfondire il significato della morte e della risurrezione di Gesù: che cosa sono state? Cosa vogliono dire? Che volto di Dio ci hanno mostrato? Che volto dell’uomo ci hanno indicato? Quali le ricadute nella vita quotidiana?
Oggi tutto questo inizia ad esserci spiegato attraverso alcune parole che l’evangelista mette in bocca a Giovanni Battista, ma che in realtà sono proprio quasi una omelia su chi sia il Crocifisso-Risorto e cosa implichi per la nostra vita.