Consiglio Pastorale

Che cos’è il CPCP?

La Chiesa è realtà di comunione, in quanto è in Cristo come sacramento, segno e strumento dell’intima unione con Dio e dell’unità di tutto il genere umano. Esiste una reale corresponsabilità di tutti i fedeli nella vita e nella missione della Chiesa, perché ognuno partecipa nel modo che gli è proprio dell’ufficio sacerdotale profetico e regale di Cristo (Sinodo 47°, cost. 132).

Di questa comunione e corresponsabilità il CPCP costituisce l’immagine dell’intera comunità pastorale di cui è espressione. Inoltre, costituisce lo strumento della comune decisione pastorale, luogo di sintesi fra il ministero della presidenza e la corresponsabilità dei fedeli (Sinodo, cost. 147).

Cosa siamo chiamati a essere e a fare ?

Non solo persone competenti, ma animate da uno spiccato senso ecclesiale e da una seria tensione spirituale, alimentata da partecipazione all’Eucarestia, dall’ascolto assiduo della Parola, dalla preghiera.

Il CPCP non è primariamente un gruppo relazionale, né ambito di preghiera, celebrazioni, catechesi: ma evidentemente i membri dovrebbero essere i primi a partecipare alle celebrazioni liturgiche e alle iniziative catechetiche e formative della Comunità Pastorale.

Compiti del CPCP:

  •  Realizzare un progetto pastorale comune (ndr: sull’arco temporale almeno coincidente con il proprio mandato), che riguardi l’annuncio della Parola, la liturgia e la vita di preghiera, il servizio caritativo e la cura di contesti specifici, quali ad es. l’economia, la pastorale giovanile, familiare, dei malati, i diversi ambiti della vita culturale e sociale. Decidere le linee strategiche in materia, da verificare e adattare nel tempo alle mutate condizioni della Comunità Pastorale.
  • Garantire la comunione con il decanato, inserendo il progetto negli orientamenti decanali.
  • Favorire un rapporto attivo con la Diocesi e il Consiglio Pastorale Diocesano, affrontando le tematiche proposte a livello diocesano per la riflessione e decisione dei Consigli Pastorali, Comunità Pastorali.